Un pirata al Parlamento!

Inutile sommare ulteriori commenti sul voto europeo. E’ andata così, con il vento che soffia da destra (e da est, combinazione), ma anche con i Verdi che crescono in tutta Europa tranne che in Italia (qui l’unico verde che s’ingrossa è quello delle camicie nordiche, ahinoi).

Il panico per il tifone neofascista ha celato quella che potrebbe anche avere la faccia (ancorchè imberbe) della svolta epocale.

Un terribile pirata è stato infatti eletto al Parlamento Europeo. Si tratta di un pirata buono, ovviamente, che di bucanieri senza pudore l’emiciclio dell’Unione sarebbe già saturo. O almeno buono secondo me. Uno di quelli che rivendica la libertà nello scambio di informazionie e cultura attraverso il web. Uno di quelli accusati (e anche condannati) di erodere i profitti delle major musicali e cinematografiche, oltre che di impoverire le Star internazionali scaricando la loro preziosa produzione artistica dalla rete.

In Svezia è accaduto: un esponente del Pirate Party (costola politica di Pirate Bay) è stato eletto al parlamento Europeo, con il 7,4% dei voti (quasi Di Pietro da noi).

Ovviamente, praticmente nessun mezzo di informazione mainstream ha passato la notizia, se non come puerile curtiosità. Certamente, si dirà che si tratta di un voto quasi rivolto contro la legalità. Si dirà che in Europa ci sono problemi più grossi. Si dirà che chi l’ha votato l’ha fatto per puro tornaconto (potersi abbufare gratis di cinema e musica), e si diranno tante altre cose. Ovviamente, tutte queste affermazioni (la prima e l’ultima in particolare) valgono anche, se non di più, per i maggiori partiti italiani, se non europei. Ma tant’è.

A me, comunque, pare un gesto forte e potente rivolto contro un modo di pensare, un modo di sistemare la società. Meglio che il non voto o la scheda nulla, in fin dei conti. Soprattutto perchè ha funzionato. Il pirata non combinerà nulla, in Europa, e lo sappiamo. Però le lobbies economiche sono già tanto potenti e tanto comodamente adagiate, e fa piacere sapere che un buco per il popolo si riesce ancora a scavare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...