Usa. Ex poliziotti sul Washington Post: legalizzare le droghe

Da aduc.droghe:

Due ex poliziotti di Baltimora hanno preso posizione a favore della liberalizzazione della droga negli Stati Uniti, e chiedono l’intervento del governo federale in tal senso.
In una lettera aperta pubblicata oggi sul Washington Post, Peter Moskos e Standford Franklin, ex agenti in forza presso la polizia di Baltimora, chiedono che la droga venga legalizzata.
Perche’, sostengono, la guerra al narcotraffico non puo’ essere vinta se combattuta con le regole attuali, e’ tempo che le sostanze stupefacenti vengano liberalizzate istituendo norme per il commercio analoghe a quelle previste per l’alcol o per il consumo di farmaci.
‘La legalizzazione non creerebbe una situazione di ‘droga libera’ per tutti’, scrivono i due ex poliziotti, oggi entrambi membri della associazione Law Enforcement Against Prohibition.
Al contrario toglierebbe dalle mani dei trafficanti il potere di fare le regole che governano l’attuale mercato nero.
‘La produzione e la distribuzione e’ troppo pericolosa per rimanere nelle mani di criminali senza regole’ scrivono Moskos e Franklin. Il proibizionismo attuale produce soltanto un aumento della violenza, ha un costo altissimo in termini di vite umane e facilita l’arricchimento dei trafficanti. ‘Se invece la distribuzione di droghe fosse il frutto di una responsabilita’ condivisa tra medici, governo e libero mercato, sulla base di regole precise – concludono – il tasso di violenza si abbasserebbe di colpo’.

Notizia felice, che ci fornisce il gancio per parlare del telefilm “The Wire“, prodotto dagli stessi illuminati del potente “Oz“, e che si svolge proprio nella pericolosa Baltimora. La serie (5 stagioni) descrive perfettamente quali siano le regole (e l’ottusità) del gioco di potere chiamato “Guerra alla Droga”, a tutti i livelli (dalle strade agli uffici del sindaco). Consiglio in particolare la terza serie, che racconta come un coraggioso ufficiale di polizia metta in piedi un interessante esperimento per ridurre il crimine connesso allo spaccio di droga.

Gli sceneggiatori sono due ex poliziotti, che sanno di cosa parlano molto più di quel coglione di Raul Bova col suo ridicolo film sull’antidroga. Obama sostiene che The Wire sia il suo telefilm preferito. Ce lo auguriamo. Cercate di vederlo, se lo scovate (mi pare che oggi lo diano su “cult”, ma io lo trovo sul mulo).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...